Type to search

Scarperia – La città dei coltelli

Share
Scarperia – La città dei coltelli

Di Victoria Gorova

Se siete a Firenze e avete abbastanza tempo assicuratevi di visitare l’affascinante città medievale di Scarperia. Specialmente se stanchi del rumore della grande città, volete sentire la vera atmosfera dell’Italia e gustare i piatti tradizionali in compagnia di gente del posto.

Scarperia si trova a 30 km a nord del capoluogo toscano, nella zona collinare del Mugello. È una città medievale ben conservata, che fu fondata dalla Repubblica Fiorentina nel 1306. Nella piazza principale da visitare è il Palazzo dei Vicari, un tempo residenza dell’autorità locale, i Vicari, designati dalla Repubblica Fiorentina per gestire la città e il territorio circostante. Gli emblemi che ornano la facciata dell’edificio rappresentano le numerose famiglie, che hanno controllato questo territorio in momenti diversi. Ora il palazzo ospita un importante archivio storico, un museo ed è il custode del vecchio orologio a campana, creato da Filippo Brunelleschi.

Palazzo dei Vicari (Foto Leopoldo Cecchi)

Di fronte al Palazzo dei Vicari si trova la Parrocchia dei Santi Jacopo e Filippo (1326). Sulla stessa piazza si trova l’Oratorio della Madonna di Piazza (1320), dove i Vicari giuravano fedeltà alla Repubblica Fiorentina.

Parrocchia dei Santi Jacopo e Filippo

Digitando Scarperia online, si può notare, che è spesso accompagnata dalla definizione di “città dei coltelli”. Ma perché questa specializzazione? E’ dovuta soprattutto alla sua posizione, infatti Scarperia fu fondata per difendere Firenze dai nemici a nord della Repubblica, la città era circondata da mura fortificate con torri difensive che si sono parzialmente conservate fino ad oggi. Scarperia era in antichità anche sull’unica strada esistente tra Firenze e Bologna, per questo tanti viaggiatori, commercianti e pellegrini la attraversavano e un coltello per il viaggiatore di quei tempi era una cosa indispensabile. Con il coltello potevano mangiare, cucinare, difenderti dai ladri e tagliare i rami che ostacolavano il passaggio nelle fitte foreste appenniniche.

I maestri di Scarperia erano famosi non solo per i coltelli, ma anche per le armi e gli attrezzi agricoli. Per conoscere le tradizioni artigianali locali, dovreste visitare il Museo dei Ferri Taglienti, che si trova nel Palazzo dei Vicari di cui abbiamo già parlato.

Museo ferri taglienti

Una parte separata del Museo dei Ferri Taglienti è La Bottega del Coltellinaio, l’unico laboratorio di taglio, si trova in una delle strade del centro storico della città. Nel passato, tali botteghe erano situate in tutte le strade di Scarperia, ma nel tempo, con il processo di automazione della produzione, i laboratori hanno dovuto lasciare il posto a ristoranti e negozi. Nel 1990 per decisione del comune di Scarperia, l’unico laboratorio di coltellinaio sopravvissuto è stato trasformato in museo.

Laboratorio Coltelli

Nella grande varietà di coltelli locali c’è il cosiddetto “Coltello dell’amore”, che è considerato un regalo tradizionale. Nel secolo scorso, è diventato molto diffuso nell’Italia centrale e meridionale come oggetto di dono tra le coppie di fidanzati. Citazioni e giuramenti sono stati incisi sulle lame. Il manico del coltello era ornato da occhielli di osso bianco, che avrebbero dovuto tenere la coppia unita e protetta dalla sfortuna. A causa della sua costruzione sofisticata e dei molti piccoli dettagli nella finitura, è difficile da fabbricare, ma trasmette pienamente l’atmosfera di quei tempi lontani.

Coltello dell’Amore

Le antiche tradizioni sono ancora vive oggi: ci sono 6 negozi specializzati a Scarperia, dove i visitatori non sono solo in grado di acquistare coltelli, ma anche di partecipare alla loro produzione con l’aiuto di strumenti e tecniche antiche. Sebbene delle 400 coltellerie che esistevano a Scarperia, oggi ne rimangano meno di dieci, l’antica arte è ancora viva, e i coltelli di Scarperia sono diventati oggetti da collezione, la cui qualità è garantita da intere generazioni di artigiani.

Scarperia è vicina a Firenze e vive una ricca vita culturale. Gli eventi più famosi si svolgono in primavera e in autunno. Alla fine di Maggio, durante il Festival dell’Infiorata, le strade centrali e la piazza della città sono disseminate di fiori che formano disegni colorati.

Festival dell’Infiorata

I primi di Settembre la città ha due grandi celebrazioni: le Giornate Rinascimentali e il Diotto. Durante la prima, il centro storico di Scarperia ritorna ai tempi antichi: le strade sono coperte di paglia, la gente del posto si veste con costumi medioevali. I turisti hanno la possibilità di tirare con l’arco, lanciare i coltelli e osservare le fasi della loro produzione. Acrobati e giocolieri passeggiano per le strade, spaventano i turisti come mostri medievali, i giovani cantano e si dipingono ritratti di artisti.

Giornate Rinascimentali

Diotto è una festa per commemorare l’anniversario della fondazione di Scarperia nel 1306. Nel suo programma: una storica passeggiata in costume tra ospiti di Firenze e gente del posto di Scarperia, Concorsi Medievali, la solenne Processione dei Profeti.

Diotto (Foto Fabiano Capirossi)

Per gli amanti dello sport a Scarperia sono stati costruiti il campo da golf Poggio dei Medici Golf Club e la International Road Race – Autodromo Internazionale dei Mugello, dove si svolgono varie gare di auto e moto. All’inizio di Giugno di ogni anno i piloti di Moto GP partecipano alle competizioni sportive.

Autodromo del Mugello

Gli amanti delle vacanze al mare dovrebbero visitare il Lago di Bilancino creato artificialmente, dalla costruzione della diga per regolare il flusso d’acqua e proteggere Firenze da alluvioni catastrofiche (come quella terribile del 1966). Al Bilancino, c’è l’opportunità di praticare sport acquatici e avvistare uccelli rari (cigni, cicogne bianche, fenicotteri e altro) nella riserva Oasi Naturale del Gabbianello.

Lago del Bilancino

Stanchi del rumore delle grandi città, i viaggiatori possono soggiornare nelle numerose ville vicino a Scarperia, che offrono servizi di agri-turismo. Aria fresca, boschi da trekking, equitazione, piscine, ristoranti e appartamenti accoglienti sono sempre al vostro servizio.

Pertanto qualsiasi amante dell’Italia, organizzando un viaggio a Firenze, non deve dimenticare di visitare la “città dei coltelli” Scarperia – uno degli angoli più belli della Toscana con la sua storia interessante e la sua antica arte locale. Dopo tutto, la città non è invasa dal turismo di massa, ed è per questo che è riuscita a mantenere quasi intatto il suo aspetto originale.

Musei:
• Museo Ferri Taglienti www.museoferritaglientiscarperia.it
• Coltellerie Conaz (50038 Scarperia, Via Roma 8)

Cose da vedere:
• Oasi IL Gabbianello www.gabbianello.it
• Circuito del Mugello mugellocircuit.com

Eventi:
• Infiorata (Fine Maggio)
• Gornate Rinascimentali (Settembre)
• Diotto Festival (Settembre)

Per informazioni:
• Proloco di Scarperia: www.prolocoscarperia.it

Victoria Gorova
Scrittrice autodidatta, viaggiatrice. Dopo la laurea presso il Kyiv College of Communication (Ucraina) e la Odessa Academy of Communication (Ucraina), ha lavorato in una grande società di telecomunicazioni. Allo stesso tempo, sognava di essere un’assistente di volo o una guida turistica. In uno dei suoi viaggi in Toscana ha incontrato il suo futuro marito, si è sposata ed è immigrata in Italia. L’autrice ha un blog che pubblica e condivide storie di vita in Italia, tradizioni contadine, materiali utili e consigli per i turisti. Per le ultime notizie sulla Toscana, visita il suo profilo instagram @victoria.gorova

Tags:
Previous Article

Leave a Comment